About the author

Luca Allevi

Laureato in Economia e Commercio alla Bocconi.
Consulente internazionale presso www.leaders.it

Related Articles

6 Comments

  1. 1

    mario

    Bravo, Allevi! Domanda: cosa sono oggi i partiti?

    La valorizzazione a vantaggio della collettività della libertà e dell'originalità dell'essere di ciascuno credo oggi dipenda in larga parte dalla risposta (o dalle risposte) a tale domanda. Mafie permettendo, naturalmente.

    Reply
  2. 2

    mario

    Integro la mia osservazione: bisogna rifarsi alle poche persone presenti nelle Istituzioni che ancora ubbidicono a un'etica cristiana, rifuggendo il mortale abbraccio delle interessate e "polipesche" finte amicizie, che spesso si rivelano munite di coppola, coltello o roba simile, di uso consueto nell'Italia meridionale, patria indiscussa della criminalità mafiosa e della mafiosità sociale.

    Reply
  3. 3

    Giuli

    Mario oh Mario, guarda attentamente e chiediti perchè coppola e coltello, come tu le definisci, attecchiscono. Forse perchè (e sorvolo sugli anni pregressi) una parte consistente della nostra storia politica e sociale parte da Mario Chiesa e arriva oggi alle prebende così signorilmente elargite dal Pio albergo Trivulzio o dai vari policlinici milanesi?

    Perché, vedi, il contagio si propaga se non si sono fatte le vaccinazioni, e se per di più c'è una predisposizione. Cercala, e se vivi a Bergamo potresti trovarla nell'ansia da Range rover. L'ho già detto, e lo ripeto, i nostri figli ci giudicheranno per la nostra onestà, o perlomeno per quello che siamo riusciti a mantenere, o per la Range rover, le vacanze in Sardegna e a Cortina (oggi anche a Foppolo, vista la crisi), la casa in centro?. E tu, quando avrai difficoltà a garantire alla famiglia il tenore di vita simile a quello degli amici sarai completamente lieto di essere integerrimo o avrai un tarlo che sottovoce mormora "fallito"?

    Partiamo da questi discorsi, perchè è dalla soluzione di questo dilemma che dobbiamo iniziare per risolvere i problemi della società. Perchè la rivoluzione parte dalla singola persona e dalle sue paure.

    Sempre lieta di continuare a "provocare" risposte.

    Reply
  4. 4

    don mario

    Giuli è il diavolo tentatore in persona. Un buon diavolo, però, anzi, una buona diavolaccia. Infatti, mentre pone in atto la tentazione di avere la Range Rover a qualunque costo, facendo valere un'impermeabilità dell'animo veramente diabolica, pinoquartesca, fa trapelare la nostalgia per una società in cui la persona onesta non è mai un fallito, essendo i parametri diversi da quelli denaro-potere oggi vigenti e da lei già problematicamente messi in luce nei commenti all'ultimo Vangelo settimanale. Certo, la rivoluzione parte dalla singola persona e dalle sue paure, non c'è dubbio, ma occorre anche avere un buon fiammifero, il deposito del carburante vicino e circolazione di idee. E questo non può avvenire se si è soli…

    Reply
  5. 5

    Bergamo.info

    Cara Giuly, hai proprio ragione:

    la rivoluzione deve partire da ciascuno di noi !!!

    Reply
  6. 6

    agostino

    Francesi ancora uno sforzo, se volete essere repubblicani!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editore Copyright © Devon S.r.l. - 24122 Bergamo via Paglia 27 Partita IVA Codice Fiscale e Registro Imprese di BG 03928940166

Condividi
Nascondi