About the author

Related Articles

4 Comments

  1. 1

    Giuseppe

    Le imposte indirette (in pratica l'iva) colpiscono i consumi e sono difficili da evadere.
    A mio modesto giudizio sono molto peggio le imposte dirette, quelle che colpiscono il guadagno delle persone fisiche e giuidiche, in quanto penalizzano chi lavora.
    Noi occidentali dobbiamo imparare a consumare meno e a lavorare di più e, pertanto, le indirette sembrano più opportune delle dirette.
    Altro ragionamento per le tasse, che dovrebbero essere pagate per un servizio. Se questo servizio (come per il canone RAI) è un disservizio meglio rinunciarci (vendere le 3 reti).

    Reply
  2. 2

    annamaria bruno

    E' veramente commovente che sprechiamo tempo a vedere quali tra tasse, imposte o accise e balzelli siano giusti oppure no. Io direi che, in Italia, diventano tutte ingiuste perchè il cittadino onesto viene tartassato, mentre il furbetto – almeno – non paga e la fa sempre franca. Per non parlare dei politici, che trovano l'unanimità solo in tema di aumenti delle proprie prebende o diminuzioni dei tagli previsti ai loro privilegi (vedi ultima finanziaria in Senato).
    Che dire: povera Italia!!!

    Reply
  3. 3

    Giovanni

    Conosco due ragazze infermiere che lavorano in ospedale; han deciso di prendersi un anno sabbatico, vogliono andare per almeno un anno in Australia “se non ora quando?. Non avranno comunque difficoltà a trovar lavoro; vogliono comunque imparar bene la lingua e soprattutto confrontarsi con una società diversa. Nel parlare con una delle due, che mi spiegavano del loro entusiasmo e motivazioni, mi diceva: ma sa che lì per comprare una casa non c’è mica da spendere migliaia di euro di notaio come da noi; e poi il bollo sul passaporto, che mi sembra sia di 40,29 euro, loro non lo pagano mica, etc. etc. Io gli ho detto che fanno benissimo; anche io in passato sono stato all’estero oltre a recarmi spesso in Austria. Anche gli altri hanno i loro problemi ma noi comunque siamo lontani da quei diritti sociali che non sono compensati dal nostro dovere di tartassati. Caro dr. Purcaro, ci manca di pagare solo l’aria che respiriamo.

    Reply
  4. 4

    Giovanni

    Viceversa ieri sono andato dal mio parrucchiere; mi raccontava che era appena tornato dalla sua settimana di ferie, in un albergo a 4 stelle della riviera romagnola. La sera prima di ripartire ha pagato il conto, 1400 euro; gli hanno rilasciato un pezzo di carta. Allorché lui ha pensato, ma non mi ha fatto risparmiare neanche un euro e non mi da fattura. Cosa che al mattino seguente prima di partire ha chiesto. Un po’ seccato l’albergatore gli ha rilasciato una ricevuta, scritta a mano, ed era la numero 48; un ‘albergo 4 stelle con decine di camere, tutte piene, ai primi di settembre non arriva neanche a 50 ricevute/fatture nell’anno. Ecco l’altra Italia, quella furba, che si sottrae allo stato e lo stesso se la prende con tutti quelli che non hanno modo di sottrarsi al “tassati e mazziati”. Ma è proprio quell’Italia di “furbi” che bisognerebbe scovare, far pagare, e lo stato restituirci il tutto in meno balzelli e più servizi.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editore Copyright © Devon S.r.l. - 24122 Bergamo via Paglia 27 Partita IVA Codice Fiscale e Registro Imprese di BG 03928940166

Condividi
Nascondi