About the author

Related Articles

3 Comments

  1. 1

    marzio

    Bravo, Sindaco! E' vero quel che Lei dice, e lo approvo in pieno, anche per il senso di passione che dà alla sua giusta difesa dei nostri volontari. Se c'è qualcosa da rilevare, e l'ha già osservato prima di me Aristide nel suo commento a un precedente articolo del dr Zapperi, essi, i volontari, che ovviamente hanno tutta la nostra gratitudine, avrebbero dovuto essere coordinati da una mente scientifica, che sapesse utilizzare a fondo le loro incredibili risorse materiali, morali e spirituali. Perchè, se dobbiamo essere loro riconoscenti per la disponibilità fraterna, è anche un nostro preciso dovere, proprio per il rispetto loro dovuto, utilizzare al meglio le risorse di lavoro e tempo messe a disposizione con tanta generosità, ponendole in sinergia con altre forze, con altre capacità di ragionamento e di coordinamento, in modo da potenziare le capacità di tutti e di ciascuno. Altrimenti, come ha detto il sig. Aristide, si fa la mistica del volontariato, che finisce per essere fine a se stessa e che, chiudendosi nella contemplazione di sé, impedisce di raggiungere gli scopi per cui il volontariato esiste. Quindi: non spariamo contro i volontari, guai, è da mascalzoni. Ma spariamo contro la mistica del volontariato, quella che impedisce di mettere in discussione l'efficacia dei comportamenti: i problemi della giustizia. soprattutto in casi come quello di Yara, si risolvono con Maigret, e credo non tanto con le intercettazioni (che fra l'altro, quando ci sono, bisogna saperle usare), e certamente non con la mistica (già, anche questa volta sono scesi in campo i veggenti). Lo dico senza polemica, e con affetto verso tutti i volontari e tutti coloro che, a diversa ragione, si sono impegnati nella soluzione del triste caso. Vorrà dire che, comunque, avremo imparato qualcosa….

    Reply
  2. 2

    marzio

    Ho dimenticato di dire una cosa: che fosse morta, l'avevamo temuto e sospettato da subito, viste le circostanze della sparizione. Ma non abbiamo avuto il coraggio di dircelo ad alta voce, non volendo credere che fra noi ci fosse un mostro. E così, a lui, al mostro, abbiamo dato il tempo di nascondersi. Ora speriamo che la sua coda spunti da sotto il divano, come avviene per le bestie.

    Reply
  3. 3

    angelo

    Anch'io dico Bravo Sindaco! Però quel che è successo, dal mistero del rapimento, ai cani che vanno dalla parte opposta, all'assalto alla nave marocchina, al continuo girovagare dei volontari per mezza Padania, alle modalità del ritrovamento del corpo, qualcosa di non proprio normale c'è stato. Non mi si dica che l'impressione è quella di una direzione ferma e coerente, dai!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editore Copyright © Devon S.r.l. - 24122 Bergamo via Paglia 27 Partita IVA Codice Fiscale e Registro Imprese di BG 03928940166

Condividi
Nascondi