About the author

Giuseppe Allevi

Dottore Commercialista, Revisore dei Conti e pubblicista. Partner Leaders (consulenza fiscale, aziendale e del lavoro)

Related Articles

One Comment

  1. 1

    pier taverni

    PROPOSTA DEI TAGLI PERCENTUALI PROGRESSIVI
    (CON TUTELA DELLA LIBERTA’ ALL’ENTE PUBBLICO)

    Bene, … ora che i delegati sono stati designati … occorre procedere con le proposte concrete:
    Una modalità (spero semplice da comprendere per tutti) di riduzione della ingente spesa pubblica (di circa 80 miliardi secondo il Berlusconi come ha detto l’ultimo giorno della ultima campagna elettorale) potrebbe essere quella di imporre a ciascuno dei bilancio di enti pubblici (piccoli o grandi che siano) i seguenti tagli proporzionali:
    7% nel 2013;
    6% nel 2014;
    5% nel 2015;
    4% nel 2016;

    con le percentuali relative a quello dell’anno precedente.
    L’idea di fondo (oltre al complemento a 20) è quello di lasciare totale LIBERTA’ all’ente responsabile del proprio bilancio (in pareggio per legge) di decidere dove operare i TAGLI alla spesa cercando di mantenere i servizi erogati che qualificano (per statuto) l’ente di turno.
    Regola semplice da spiegare e di immediata comprensione anche ai cittadini italiani (quasi “rembambiti” da alcuni programmi televisivi, oserei dire !!!)

    Le penalità rispetto al mancato rispetto del “PATTO DEI TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA” è quello della riduzione drastica dei trasferimenti secondo la seguente progressione [uguale a 10 (dieci) volte il mancato taglio]:
    70% nel 2013;
    60% nel 2014;
    50% nel 2015;

    dove le percentuali si riferiscono all’importo totale dei trasferimenti effettuati nell’anno precedente a quello in argomento.

    Ogni Ente pubblico che si rispetti, costituito quindi da amministratori e/o cittadini che vivono ancora un contatto con la realtà locale (imprese e persone), è in grado di decidere benissimo dove operare i salutari tagli alla spesa pubblica (rimborsi, consulenze, …) mantenendo il principio sacrosanto di tutelare al massimo il livello prestazionale dei servizi erogati che contraddistinguono i principi statutari dell’ente in argomento.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editore Copyright © Devon S.r.l. - 24122 Bergamo via Paglia 27 Partita IVA Codice Fiscale e Registro Imprese di BG 03928940166

Condividi
Nascondi