About the author

Luca Allevi

Laureato in Economia e Commercio alla Bocconi. Consulente internazionale presso www.leaders.it

Related Articles

One Comment

  1. 1

    Bergamo.info

    Possibile impatto positivo dalla riforma sanitaria negli Stati Uniti di Maurizio Capra

    La scorsa domenica 21 marzo il Congresso degli Stati Uniti ha approvato la attesa riforma sanitaria, che estenderà la copertura medica a oltre 32 milioni di cittadini attualmente non coperti.

    La legge votata solo dalla componente democratica, è passata per pochi voti (219-212), esattamente come era precedentemente accaduto in Senato (220-211).

    La nuova riforma che ha subito una strenua opposizione repubblicana, nelle previsioni dovrebbe costare circa $940 miliardi in 10 anni. Il costo complessivo tuttavia non peserà interamente sullo stato, in quanto sarà finanziato oltre che da maggiori tasse sui redditi più elevati in parte anche dalle stesse società del settore. Queste ultime che grazie alla riforma guadagneranno oltre 30 milioni di nuovi potenziali pazienti, dovranno accettare margini minori sulle loro forniture alla sanità pubblica. Nel complesso, si tratta quindi di costi che saranno compensati dai maggiori volumi.

    Come possiamo considerare la nuova riforma in ottica di investimento?

    La riforma impatterà a nostro avviso positivamente sull’indice generale, mentre ci saranno delle differenze tra le industrie dell’Health Care.

    Da un punto di vista generale possiamo affermare che gli oltre trenta milioni di cittadini attualmente non coperti, pur appartenenti a fasce di reddito non elevate, potrebbero in futuro avere un approccio al consumo più ottimistico. La copertura sanitaria potrebbe infatti liberare risorse finanziarie alle famiglie che potrebbero essere utilizzate per acquistare diverse tipologie merceologiche.

    Sul settore farmaceutico l’impatto sarà invece diverso da industria a industria, anche se con la riforma viene meno l’incertezza che ha pesato negli ultimi mesi. L’incertezza era dovuta sopratutto al fatto che per le società del settore i costi possono definirsi certi al contrario dei ricavi, anche se un numero sensibilmente più elevato di potenziali pazienti potrebbe rivelarsi molto positivo per le società più efficienti sul lato dei costi.

    Per le società che forniscono assicurazioni mediche la riforma è complessivamente negativa in quanto se da un lato le polizze complessive potrebbero aumentare da un punto di vista numerico, dall’altro la nuova legge impedisce alle compagnie di rifiutare di assicurare pazienti con storie mediche travagliate.

    Per le società farmaceutiche tradizionali la somma dei pro e dei contro tenderà negli anni a bilanciarsi, anche se poi bisognerà analizzare caso per caso; le nuove tasse nondimeno cominceranno ad essere imputate già dal prossimo anno.

    Per le società biotecnologiche lo scenario dovrebbe essere leggermente migliore, in quanto i farmaci utilizzati per curare patologie molto gravi e potrebbero mediamente essere colpiti da aliquote meno pesanti.

    I produttori di macchinari e di strumentazione, sono di fatto i meno colpiti dalla riforma. I costi per questa industria non solo sono stati inferiori alle stime, ma ne è possibile anche una deduzione parziale.

    Infine i veri vincitori della riforma sono gli ospedali, che come accadde negli anni ’60 con la creazione del Medicare (copertura gratuita per gli anziani) e poi del Medicaid (pronto soccorso gratuito per pazienti non assicurati) saranno beneficiati da un aumento della spesa complessiva.

    Nel complesso la riforma sanitaria va a nostro avviso valutata come un abbastanza positivo, come sembrerebbe evidenziare la reazione del mercato. La copertura sanitaria potrebbe infatti impattare positivamente sulla fiducia, probabilmente in questa fase il vero motore di una possibile ripresa economica.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editore Copyright © Devon S.r.l. - 24122 Bergamo via Paglia 27 Partita IVA Codice Fiscale e Registro Imprese di BG 03928940166

Condividi
Nascondi